Mateba Autorevolver Cal.357 Magnum

Caratteristiche

Noto come autorevolver, esso combina le caratteristiche principali di due tipologie di pistole: la rivoltella e la pistola semiautomatica. Per alcuni aspetti simile al revolver semiautomatico Webley-Fosbery, l’autorevolver porta alcune modifiche rispetto a questa arma “vecchio stile”. La Mateba 6 Unica fu progettata dall’italiano Emilio Ghisoni alla fine degli anni ottanta e venne prodotta dalla compagnia italiana Macchine Termo Balistiche (Mateba).

La Mateba Autorevolver utilizza una struttura composta di due parti; la parte più alta si può muovere a causa del rinculo su una rotaia montata sulla struttura sottostante. La parte superiore è costituita dal tamburo e dalla canna, quella inferiore dall’impugnatura, dal grilletto e dal sistema di armamento e sparo. Il tamburo da sei colpi si apre sulla sinistra per ricaricare ma, a differenza di molti altri revolver, il braccio di estrazione del tamburo è posto in alto e questo aprendosi si apre sulla sinistra verso l’alto e non sulla sinistra verso il basso. Inoltre la canna è allineata alla camera più bassa del tamburo. Questa caratteristica ha un ruolo molto importante per quanto concerne l’efficienza dell’arma. Abbassando la canna si minimizza il momento applicato dal rinculo sul braccio del tiratore, minimizzando l’alzata della canna e migliorando la precisione. La canna può essere estratta molto facilmente con l’apposita chiave dall’intelaiatura e se ne possono installare altre di diverse misure.

Durante lo sparo la struttura superiore, sotto l’effetto del rinculo, scivola indietro di 12,7 mm e viene riportata in posizione dalla molla di recupero, questo movimento permette di armare il cane e fare girare il tamburo. Il primo colpo può essere sparato sia in azione singola che in azione doppia, i colpi successivi saranno sparati solo in singola azione. Rispetto al suo vecchio predecessore (il revolver automatico e semiautomatico Webley-Fosbery) il modello 6 Unica non ha la possibilità di sparare a ripetizione ma ha il vantaggio di un minore rinculo percepito. Quest’ultima caratteristica insieme al complesso meccanismo, causa un peso leggermente maggiore rispetto ai revolver tradizionali, a parità di calibro e lunghezza della canna.

Competenze

Postato il

18 Luglio 2022